Quattro persone legate dall'amore per la propria terra dove le radici sono ben salde ma con uno sguardo curioso e appassionato verso ogni forma di espressione artistica e culturale con particolare riferimento al teatro. Un percorso che, con molto orgoglio, vede i primi passi nei piccoli spazi dell'animazione all'interno della piccola comunità di Calliano. La curiosità, la sperimentazione, l'intreccio di rapporti sempre crescente permette di affrontare nuove esperienze nel teatro dialettale trentino alimentando il legame artistico fatto di complicità, di interessi reciproci, di amicizia. Le diverse esperienze teatrali oltre a restituire un crescendo di maturità artistica permettono l'incontro con persone, linguaggi e storie che appassionano, nutrono, stimolano. Questo è stato per noi l'incontro con l'opportunità di lavorare attraverso la poesia di Rebora. E' il poeta stesso che con i suoi versi, con la sua tensione, ci ha pian pian conquistati creando un vortice artistico che, assieme alle altre persone che condividono con noi questo "viaggio", non sappiamo ancora dove ci stia portando. Nel contempo avvertiamo il calore di quella "luce", calore che auspichiamo possa essere trasmesso a chi si avvicinerà al nostro spettacolo, alla straordinaria figura di Clemente Rebora.

"Solo un grande grazie a chi ha creduto in noi..."


Mattia Romani


Lia Torboli


Romano Panizza


Enrico Tisi


"Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo"