Note di Regia

"Lo spettacolo intende porre l'attenzione sull'azione devastatrice e distruttrice della guerra ma anche sulla vicenda umana di Clemente Rebora che proprio durante gli anni della guerra, vivendone in prima persona gli effetti deflagranti trova la sua strada di salvezza e riscatto attraverso la Fede.

Attraverso gli scritti e le liriche di Rebora, la messa in scena, utilizzando diversi linguaggi: videoprioezioni, musiche seguite dal vivo, composizioni coreografiche e teatro d'ombra, dipingerà il ritratto di una trasformazione umana dallo stordimento alla salvazione.

La storia di un'anima che attraverso la compassione e la fede trova la sua strada di salvezza vorrebbe suggerire una via alternativa per una società umana che ripete errori e non impara dalla storia.

L'invito agli spettatori e' quello di non dimenticare le barbarie della guerra e di tenere aperte orecchie e cuore alle possibilità di salvezza che da' la compassione e l'incontro con la fede."

Benedetta Conte